Informiamo che in questo sito sono utilizzati solo “cookies tecnici” necessari per ottimizzare la navigazione. Puoi avere maggiori dettagli visionando l’informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.

Centro Polifunzionale Don Calabria

SVAMDI

Capofila di un progetto regionale con prospettive nazionali, il Centro Polifunzionale don Calabria ha sviluppato un nuovo modello di valutazione delle capacità delle persone disabili per individuare gli interventi e il percorso di vita per loro migliore.

La novità di questo progetto, sostenuto dalla Regione Veneto, si basa su una scheda di valutazione, SVaMDI (Scheda di valutazione Multidimensionale per la persona con disabilità), che permette, attraverso criteri di priorità, di rendere omogenei gli interventi sul territorio regionale. Un modello che considera la persona disabile sulla base di ciò che è in grado di fare nel suo ambiente piuttosto che sulla menomazione per misurare la gravità e quindi il bisogno assistenziale in una logica risarcitoria.

E' un approccio diverso da quello finora utilizzato che permette, attraverso lo strumento S.Va.M.Di una lettura combinata di tutti i fattori che interagiscono per determinare il funzionamento di un individuo utilizzando un linguaggio (I.C.F.) universalmente condiviso e raccomandato dall'Organizzazione mondiale della sanità".

Il modello adottato dalla Regione Veneto, utilizzato anche da tutte le 21 ULSS, concorrerà a creare un patrimonio informativo e valutativo sugli elementi che caratterizzano il funzionamento dell'individuo e sulla loro interazione e permetterà anche una migliore gestione delle risorse.

La Regione Veneto è determinata ad arrivare ad una applicazione estesa della scheda su tutta la popolazione adulta con disabilità del Veneto, nel corso del prossimo anno.

Per raggiungere tale obiettivo, oltre alla creazione del sito web, è stato necessario, da parte del gruppo di lavoro del Centro Polifunzionale, garantire un intervento formativo finalizzato a costruire in ogni Azienda ULSS delle figure di "formatori SVAMDI" che abbiano le competenze necessarie per formare i loro colleghi che operano nei diversi servizi.

Da febbraio 2010 partirà poi una fase di affiancamento e supervisione in ogni ULSS che porterà, entro ottobre 2010 alla versione definitiva di SVAMDI con il calcolo automatico dei profili.

I numeri sulla disabilità in Veneto

In Veneto i disabili sono 204.708, il 4,2% della popolazione. Di questi, 150.000 hanno più di 65 anni e comprendono anche persone con malattie legate all'invecchiamento. 33.000 hanno da 6 a 65 anni e riguardano persone con disabilità dalla nascita o per cause sopravvenute. I disabili in carico ai servizi socio sanitari sono 21.383 tra cui 5.949 persone frequentano centri diurni e 3.114 sono in servizi residenziali, 6.067 sono in carico ai S.I.L. (Servizi di Integrazione Lavorativa)